Come creare un annuncio immobiliare a regola d’arte

Come creare un annuncio immobiliare a regola d’arte

Se non sei on line sei out

Al giorno d’oggi si fa tutto online e le nostre abitudini sono cambiate profondamente.
Attraverso la rete facciamo acquisti, leggiamo libri e guardiamo film e se prima usavamo il pc, adesso abbiamo gli smartphone sempre con noi, con i quali possiamo restare connessi in ogni momento.
Anche il mercato immobiliare si è spostato sul web e si è concentrato su alcuni portali specializzati, a cui accedono tutti coloro che intendono comprare casa.
Questo significa che in un solo luogo virtuale si affollano centinaia di annunci di case e appartamenti in vendita. Come è possibile che uno di questi possa emergere dal caos e farsi notare?

La prima impressione è quella che conta

Proviamo a pensare a chi guarda gli annunci immobiliari.
Di sicuro sarà qualcuno con il proprio smartphone tra le mani intento a “scrollare” in fretta i vari annunci. Solo quando un’immagine può sembrare più interessante delle altre rallenta e si sofferma a leggere la didascalia. Se anche questa cattura la sua attenzione è probabile che voglia approfondire l’annuncio e vedere le fotografie allegate.
Risulta chiaro che il modo in cui viene confezionato un annuncio immobiliare fa la differenza tra l’essere “scrollato” e l’essere guardato.
Le immagini sono fondamentali per riuscire a colpire i potenziali acquirenti, non ci si può limitare a descrivere l’immobile a parole.
Una fotografia ben fatta è irrinunciabile ma ancora non basta.
Infatti, non è detto che un appartamento pulito e ordinato sia sufficiente come attrattiva per chi sta osservando i diversi annunci. Ci vuole quel qualcosa in più che gli altri non hanno.
Ed è qui che entra in gioco l’home stager!

Dove vai se l’home stager non ce l’hai?

Non mi stancherò mai di ribadire che l’home staging non è un intervento di restyling delle case ma una vera e propria tecnica di marketing immobiliare che impiega conoscenze trasversali prese da diverse discipline, tra cui la psicologia.
Forte di queste nozioni, l’home stager prepara un allestimento che contiene diversi messaggi subliminali, finalizzati ad attrarre l’attenzione dei potenziali clienti e a muovere in loro una pulsione all’acquisto dell’immobile.
Pertanto, ogni elemento che compone l’immagine dell’annuncio non è stato inserito a caso ma con la piena consapevolezza del suo ruolo all’interno del contesto.
Se l’home stager sarà stato capace di individuare il giusto target per quell’immobile e a comunicare con il corretto linguaggio visivo, le probabilità per l’annuncio di colpire nel segno saranno più alte.

Le parole vanno scelte un cura

Oltre alle immagini, un annuncio contiene anche un testo descrittivo e una sintesi di cosa si propone, attraverso un titolo.
Quest’ultimo va pensato con molta attenzione, poche parole possono fare la differenza tra risultare del tutto insignificanti o incuriosire l’utente.
Trovandosi all’interno di un portale immobiliare, le persone faranno una ricerca selezionata in base a ciò che preme loro trovare. Meglio utilizzare parole che con più probabilità useranno, così che l’annuncio possa comparire tra i risultati con maggiore facilità.
Sempre in relazione alla ricerca, è consigliabile comporre una descrizione breve ma esaustiva. Per esempio, gli utenti vogliono sapere quanto costa l’immobile, altrimenti non lo prendono neanche in considerazione. Bisogna mettere in risalto tutti i punti a favore ma non omettere informazioni importanti.
Un elenco dettagliato di tutti gli aspetti, dal tipo di riscaldamento alla zona in cui si trova.
Se un testo racconta solo di quanto sia perfetto e meraviglioso un appartamento risulta poco credibile, anche il più ingenuo si chiederà dove sta la fregatura!
L’home stager può dare un valido aiuto nel comporre un annuncio a regola d’arte, valorizzare un immobile con parole e immagini fa parte delle sue competenze.
E siate certi che i risultati arrivano sul serio!

Lascia un commento

Scroll Up
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial