storia home staging

Storia dell’home staging

La professione dell’home stager è decisamente nuova per il panorama italiano ma l’home staging esiste già dagli anni ’80 in America e si è poi diffuso in vari paesi europei, facendo breccia soprattutto in Inghilterra e in Svezia.
L’americana Barb Schwarz, agente immobiliare, si rese conto di riuscire a vendere più facilmente le case se prima venivano risistemate in modo da avere un aspetto migliore. Nacque così l’homestaging!
Ormai negli USA la pratica dell’home staging è ritenuta un’azione di marketing del tutto consueta mentre in Italia il percorso per affermarsi è stato molto lungo e tortuoso.

Nascita dell’home staging

Solo nel 2008 si è cominciato a parlare di homestaging.
Le prime scuole, però, hanno interpretato il metodo americano approfondendo solo l’aspetto estetico-decorativo dimenticando di intessere un legame con il mercato immobiliare.
Insomma, le prime home stager erano più simili ad un interior designer o ad un architetto. Non avevano colto il valore intrinseco di questa professione che non ha senso di esistere se non si rapporta alla realtà della vendita o locazione di immobili.
E’ importante infatti non confondere l’homestaging con il relooking o restyling.
Le cose cominciarono a cambiare nel 2014 con una community di Lovers su Facebook che iniziò a mettere in discussione vari aspetti della professione e a domandarsi quali aspettative potessero esserci per il futuro.

HSL Home Staging Lovers

Fu un nuovo inizio, appena un anno dopo ci fu a Milano la prima Convention Home Staging Lovers che riunì ben 100 home stager italiane.
Uno degli obbiettivi di questa convention era di creare un’associazione di categoria e così nacque la HSL Home Staging Lovers che nel 2016 divenne associazione di categoria professionale iscritta negli elenchi del Ministero dello Sviluppo Economico.
Passi da gigante che riempiono di orgoglio soprattutto perché il primo Presidente di HSL è Fosca De Luca!

PER IL TUO HOME STAGING

Contatta Fosca de Luca
Scroll Up